INVALSI : CHE C’AZZECCA LA FONDAZIONE AGNELLI?

Prove INVALSI nelle scuole.

Ma cosa c’entra la Fondazione Agnelli?

Ne è l’ispiratrice.

Ma perché la Fondazione Agnelli ?

La firma della Fondazione è in calce alle prove, nella terza prova per le V elementari e le I medie : un vizzietto degli Agnelli, la schedatura sociale degli italiani. 30 minuti per sottoporre bambini di 10 anni ad un terzo grado economico e sociale.

Dopo la prova di italiano, dopo la prova di matematica, la prova di ricchezza. A 10 anni nell’Italia di Berlusconi si impara che anche la scuola non è uguale per tutti.

Per chi non lo ricorda, nell’agosto del 1971 un giovanissimo pretore, Raffaele Guariniello ordinerà di perquisire l’ ufficio dell’ uomo più potente d’ Italia e tra i primi al mondo: Gianni Agnelli.

Si indagava allora su un’ enorme rete di spionaggio e di strutture pubbliche deviate, al fine di “schedare” e controllare il dissenso politico-sindacale all’ interno e all’ esterno della Fiat.

Nell’ufficio “servizi generali” erano custodite 354.000 schede informative, di queste 151.000 si riferivano al periodo dal 1967 al 1971.

Responsabile delle schedature fu il presidente della Fiat, Vittorio Valletta, legato alla massoneria dal 1906.

Valletta aveva strutturato un sistema di spionaggio e di archiviazione delle schedature  ricavando le informazioni dai servizi segreti,  dai messi comunali,  dai vigili urbani e dalle parrocchie.

Sembra proprio che questo input alla schedatura sociale ed economica, sia arrivato fino all’Invalsi.

La terza prova sottopone bambini di 10 e 11 anni ad una prova di schedatura sociale ed economica, di umiliazione, di aggressione a minori su dati sensibili.

TEST INVALSI

Non si spiega altrimenti l’acquisizione di dati che la scuola ha già a disposizione, sull’educazione scolastica e sui lavori dei genitori, che tutti noi genitori, maggiorenni e consapevoli di come si trattano i dati sensibili, abbiamo compilato al momento dell’iscrizione.

Basterebbe inserire i dati al fianco delle prove per una eleborazione statistica generale. Se invece, la volontà è quella di affiancare la prova di merito scolastico alla prova di idoneità sociale di ciascun candidato, allora e solo allora si spiega la terza prova Invalsi.

La firma della Fondazione Agnelli sulla terza prova Invalsi chiama alla memoria un frammento di un’altra notte della Repubblica.

Dagli operai agli alunni minorenni, la visione massonica della società porta oggi una prova come l’Invalsi in scuole pubbliche, precedentemente private di tutto, fondi, personale, dignità.

Vale la pena ricordare ancora una volta le parole di Pietro Calamandrei.

La scuola è centro pulsante della democrazia di un Paese, dove nasce la mobilità sociale, dove si diventa cittadini informati e consapevoli. L’Invalsi non serve alla scuola, non serve a conoscere statisticamente il sistema scolastico.

L’Invalsi serve ad intimorire, studenti ed insegnanti.

Non ha nessun legame didattico con il sistema di insegnamento.

Infatti gli alunni passano settimane, non a ripassare i programmi, ma ad imparare come gestire un modo diverso di valutazione, mai sperimentato prima. Giorni di scuola preziosi per consolidare le basi dell’italiano e della matematica sprecati per esercitarsi sul multiple choice.

Già, ma il multiple choice è europeo!

Fumo negli occhi. Cominciamo dal multiple choice per far finta di essere più europei e continuiamo a pagare le multe per quelle che sono le direttive europee su rifiuti, Bolkestein, quote latte…

Siamo europei non con l’Invalsi in stile Fiat, ma e solo se, invece che agli ultimi posti delle classifiche europee su burocrazia, corruzione, costi della politica, libertà di stampa, percentuale delle donne che lavorano, risorse investite nella scuola e nelle politiche familiari si passa almeno a metà classifica.

Annunci

1 commento»

  Lucia Fusco wrote @

quest’articolo mi ha tolto molti dubbi che avevo… perchè gli insegnanti stanno accettando tutto questo?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: