12 TRATTORI E CENTINAIA DI CITTADINI PER FERMARE IL GOVERNO CHE NON VEDE NON SENTE NON PARLA

Per un governo abituato a scavalcare il Parlamento con la riduzione dell’attività legislativa ai decreti, con il ricorso continuo alla fiducia sulle leggi ad personam salvapremier, con il mercato di deputati e senatori : mandare le ruspe senza avvertire o coinvolgere gli enti locali è solo un altro passo verso la giungla istituzionale. Homo Homini lupus e chi non ce la fa dietro il filo spinato.

Sono stati acquistati 15.000 metri cubi di ghiaia drenante, 400 camion di volume, da scaricare sul terreno del Parco Naturale di San Rossore, nella “selva pisana” riconosciuta e protetta dall’UNESCO, per montare una tendopoli di 10.000 mq sopra un acquitrino.

A poche centinaia di metri si trova la storica stazione di Marconi che recentemente è stata inserita tra i luoghi del cuore del FAI e deve essere a breve ristrutturata, tutta l’area ha vocazione turistica, agricola e naturalistica. Ma il territorio per il governo non conta.

Non contano i cittadini, i progetti, gli impegni, come il Patto per la sicurezza firmato a giugno 2010 dal ministro Maroni e rimasto lettera morta. Non contano gli esseri umani che si progetta di rinchiudere dietro la doppia recinzione e il filo spinato .

Davanti all’ex base Usa di Coltano destinata a raccogliere i profughi c’è una pietra lasciata dall’esercito americano con un’epigrafe in italiano e in inglese.

“Questo luogo il 21 novembre 1911 congiunse l’Europa, l’America del Nord e l’Africa per mezzo di comunicazione senza filo facendo così di Coltano il punto focale per lo sviluppo delle comunicazioni mondiali”

Nel campo di prigionia di Coltano furono scritti i “Canti Pisani” di Ezra Pound. Oggi, grazie al governo Berlusconi si oscura la memoria di Marconi e si risveglia l’immaginario doloroso e disumano del campo di concentramento americano per i prigionieri di guerra del 1945.

“Ciò che sai amare rimane”

questo vale anche per i luoghi in cui viviamo.

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: