L’anniversario dei 150 anni dall’unità d’Italia cade in un anno difficile, per l’economia e per la politica nazionale, non e’ un anniversario che si consuma nella retorica, ma sta risvegliando in tutti noi un nuovo slancio per l’unità e la libertà di ieri, di oggi e di domani.

fresco profumo di libertà

L’Italia chiamo’ 150 anni fa e chiama di nuovo oggi. L’Italia chiama, in difesa della sua cultura, della sua storia, della sua arte, della sua civiltà passata e futura. L’Italia chiama, in difesa della scuola pubblica che ha fatto crescere il Paese e la sua società . L’Italia chiama in difesa dei valori che separano una nazione sana e capace di creare futuro da una nazione che si arrende alla corruzione, ad un’informazione parzialmente libera, alle leggi ad personam, al continuo attacco alla divisione dei poteri dello stato. L’Italia chiama in difesa della dignità delle donne, penultime in Europa per ruolo economico e politico. L’Italia chiama in difesa del futuro, i giovani italiani sono in Europa quelli che hanno il minor peso economico, solo uno su tre lavora, la povertà oggi, per la prima volta negli ultimi trent’anni, aumenta con il diminuire dell’età, il 45% dei leader italiani in politica ed in economia ha più di 70 anni. Giovani, invece erano gli eroi del Risorgimento.

Sentire oggi, i valori e la forza del Risorgimento, oltre la retorica, oltre le celebrazioni formali, significa riascoltare con una nuova sintonia le parole dell’Inno di Mameli, sentire viva la continua riconquista di quel fresco profumo di libertà che gli uomini e le donne, che hanno fatto la storia dell’Italia di questi ultimi 150 anni, hanno più volte difeso, per permettere a noi di conoscerne il valore e di trasmetterlo ai nostri figli.

Dagli eroi del Risorgimento agli eroi della Resistenza agli eroi di questa nostra epoca, le parole di Paolo Borsellino appartengono alla storia. Il cammino che ci attende per liberare il fresco profumo di libertà nelle strade e nelle piazze d’Italia è tutto in salita. Si è consolidato e rinnovato nelle manifestazioni del 13 febbraio e del 12 marzo, che hanno ridato ai cittadini la forza di ritrovarsi intorno ai valori su cui è nata prima l’Italia e poi la Repubblica, di difenderli in anni, in cui un nuovo Risorgimento oltre le celebrazioni rituali, risvegli l’orgoglio di essere italiani e riporti disciplina e onore nella vita politica ed istituzionale del paese.

 

 

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: