PASTICCIACCIO DELLE LISTE ELETTORALI : A CHIEDERE SCUSA AGLI ITALIANI NON VIENE IN MENTE A NESSUNO ?

“Non voglio guerre istituzionali, ma abbiamo subito soprusi, dobbiamo reagire.” Silvio Berlusconi

Il primo partito italiano non riesce a presentare le firme secondo le regole e diventa un sopruso,

ma di chi ?

Hanno litigato fino all’ultimo minuto sulle candidature tra le varie fazioni interne al punto che a mezz’ora dallo scadere dei termini le liste del Pdl a Roma non erano in tribunale ma in giro per la città, a fare che cosa, ?

Il primo partito italiano, il miglior presidente del Consiglio degli ultimi 150 anni (parole sue) non riescono a presentare correttamente le firme secondo le regole e diventa un sopruso, ma di chi ?

Chiedano scusa agli italiani, ammettano che la responsabilità è tutta loro e non delle regole che sono uguali per tutti, partiti grandi e piccoli.

Le regole poi, non sono un balzello formale, dipende con quale spirito si raccolgono le firme, nelle piazze, sulle strade ai mercati oppure chiusi dentro le segreterie dei partiti, se si esce fuori in mezzo ai cittadini raccogliere le firme è raccogliere il mandato dagli elettori, mettere il proprio partito in mezzo alla gente e alle voci di chi chiede alla politica risposte concrete a problemi urgenti.

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: