I COSTI DELLA POLITICA

In Italia il costi della politica e delle istituzioni, non ha eguali tra i Paesi industrializzati.

Tutte risorse sottratte ad infrastrutture e modernizzazione del Paese.

Un esempio comparato, tratto dal libro “La Casta” di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo :

ogni deputato spagnolo costa alla collettività, tra affitti e stipendio dei commessi, segreterie e spese di rappresentanza, 281 mila euro;

ogni deputato italiano costa 1 milione e 630 mila. I deputati italiani hanno un’indennità di 11.703 euro lordi al mese più 4.003 euro di diaria più 4.190 euro per i portaborse, per un totale di 19.896 euro lordi al mese, netti sono 13.709 euro, da aggiungere, ancora, circa 3000 euro per le spese telefoniche.

Adeguare costi e stipendi agli altri paesi europei è prioritario, per motivi economici, di bilancio, di credibilità e di responsabilità.

Gli spagnoli tagliano mentre gli italiani continuano ad aumentare le spese: non di poco, di 100 milioni di euro. Tra cui 260.000 euro. per le agendine griffate, corrispondono allo stipendio lordo annuo di dodici poliziotti .

Abbiamo il primato dei costi  e dei privilegi della politica, ci sono i baby pensionati d’oro, prima della riforma del 1997 , c’è il «reinserimento nella vita sociale» , centinaia e centinaia di migliaia di euro per superare lo shock del ritorno tra i comuni cittadini.

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: